Il protocollo BitTorrent sostituito nel 2008 con uno open

Nessuna smentita. Sembra ormai confermato che The Pirate Bay, uno dei più grandi tracker BitTorrent del mondo, stia lavorando allo sviluppo di un nuovo protocollo P2P. L’obiettivo è quello di rimpiazzare il formato BitTorrent.
Il nuovo protocollo segnerà il passaggio dall’estensione .torrent a quella .p2p.

pirate_bay_c.jpg

Perchè utilizzare questo nuovo protocollo? L’attuale protocollo BitTorrent viene sviluppato e mantenuto da BitTorrent Inc., azienda fondata dall’inventore di BitTorrent, Bram Cohen. Recentemente l’azienda ha deciso di passare ad un sistema “closed-source” per alcune delle più recenti novità introdotte nel protocollo. Secondo The Pirate Bay questo aspetto regala a BitTorrent Inc. troppo potere ed influenza sul futuro del P2P.

Un’altra ragione che ha spinto TPB a sviluppare un nuovo e migliorato protocollo è legata al grande numero di spammer e organizzazioni di anti-pirateria che attualmente abusano della rete BitTorrent, per colpire gli utenti che scaricano illegalmente materiali protetti da diritti d’autore. Il nuovo protocollo sarà studiato con priorità per la risoluzione di questi potenziali problemi.

Il nuovo protocollo si trova attualmente ancora in fase di sviluppo, ma la release iniziale è prevista al debutto per l’inizio dell’anno prossimo. Maggiori informazioni e dettagli sul nuovo protocollo, a cui ancora non è stato un nome ufficiale, possono essere trovate sulla wiki dedicata al “protocol design“.

Fonte

Pubblicato in p2p