Facebook compra Monoidics, startup italo-inglese

Il team di Monoidics, società specializzata in de-bugging, sarà acquisito da Facebook. Lo hanno annunciato con orgoglio con un post sul loro blog e l’orgoglio si è propagato anche in Italia, paese da cui proviene il loro fondatore, Dino Distefano, quarantenne siciliano trapiantato a Londra. Il loro software che caccia e corregge gli errori di codice ha stregato Mark Zuckerberg.
Gran bel colpo per entrambi: gli asset della società – con sede a Londra e uffici a Seattle e Tokyo – diventano patrimonio del più grande social network del mondo, e il social acquisisce delle competenze che finora erano state appannaggio di diverse compagnie e industrie, soprattutto orientali. Il loro strumento che va a caccia di bug entrerà a far parte del lavoro degli ingegneri di Facebook, ma non a Palo Alto: Philip Su, loro futuro collega, ha spiegato in un post che lavoreranno nella sede di Londra, soprattutto pensando alle applicazioni per smartphone.

Leggi il resto dell’articolo qui